Federico Sirianni Ospite dal 22 al 29 giugno 2017 | Bract
Seleziona una pagina

La rassegna che porterà artisti a Rio Marina, nell’isola d’Elba, lungo tutto l’arco della stagione estiva partirà il 22 giugno con l’arrivo sull’Isola di un ospite speciale, che ha accettato di inaugurare “Una Stagione d’Artista” e sostenere il progetto: Federico Sirianni.

 

Federico Sirianni appartiene alla categoria, oramai sempre più rara, dei cantautori.
Uomini di mondo, eclettici, colti, oratori instancabili e assidui frequentatori di bar, esperti intrattenitori, con quei racconti sempre vagamente nostalgici, e quella capacità unica di lasciare un segno, indelebile, in mille e uno modi diversi.
Animali sociali a caccia di racconti e sensazioni racchiuse in momenti da ricordare, silenti direttori d’orchestra di ogni discorso a cui decidono di prendere parte. Sapienti artigiani della lingua intenti a misurare, sezionare con scrupolo ogni parola, fino anche a dare estremo valore alle pause, come un buon musicista sa fare.
Al cantautore attribuiamo un’immagine romantica che può assumere svariate sfaccettature. Ma senza dubbio la nostra idea di cantautore è, in primo luogo, quella di uomo del popolo, uno di noi, che attraverso la sua arte esprime i nostri pensieri comuni, le nostre vite, e ci pone davanti alla realtà, ci canta quello che siamo. E ci fa emozionare.

La carriera artistica di Federico Sirianni comincia all’inizio degli anni Novanta nella sua città natale, Genova, patria di grandi cantautori, con “Caldo da impazzire”: il successo di questo brano, in cui Sirianni canta della sua città sovrapponendo scene di vita quotidiana e riesce a catturare l’essenza di una città dalle forte contraddizioni, gli vale la partecipazione al premio Tenco come miglior esordiente e il riconoscimento a livello nazionale.
Seguono tante collaborazioni, tra cui progetti con Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, e Sergio Maifredi, unendo i suoi due grandi amori, musica e teatro.
Intraprende un lungo viaggio nell’est europeo, e al suo ritorno le influenze musicali assorbite lo portano a formare la Molotov Orchestra, con la quale parte per una lunga tournée e registra il suo primo album, “Onde Clandestine”.
Poi, quasi venti anni fa, il trasferimento a Torino e la scintilla che scocca tra i due, senza mai più spegnersi.
Una carriera musicale lunga 25 anni, costellata da importanti collaborazioni artistiche e riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, e 5 album pubblicati, l’ultimo dei quali, “Il Santo”, pubblicato nel 2016.
Le storie che Federico Sirianni racconta tramite la sua musica hanno quel potere speciale di creare empatia, di passare dall’orecchio direttamente al cuore, infervorandolo.
Oltre all’attività artistica, Sirianni si dedica a momenti di formazione nelle scuole, per far sì che non solo le storie, ma il modo stesso di rappresentarle, si tramandino alle nuove generazioni. Perché non spariscano, coperte dal rumore di mille interferenze.

 

Federico Sirianni è stato ospite dell’edizione 2017 di TEDxTorino dal tema “This Must Be the Place” e nel suo intervento ha parlato della sua vita, del mestiere di cantautore e del rapporto che quest’ultimo instaura con i luoghi e le storie della sua esistenza.

 

 

Il valore aggiunto che puntiamo a realizzare con il progetto “Una Stagione d’Artista” de L’Elba del Vicino sta nell’intraprendere un percorso narrativo che esplori la storia dell’Isola d’Elba , e che consolidi il rapporto tra arte, identità e territorialità.
Tutto ciò coinvolgendo in primissimo piano le nuove generazioni di giovani elbani, perché possano nutrirsi di questa esperienza e farne tesoro nella costruzione della loro identità.

Quale artista, allora, poteva inaugurare questa stagione in qualità di ospite d’apertura e portare la sua arte sull’Elba per donarla all’isola, quale artista, se non Federico Sirianni?

 

Federico Sirianni sarà ospite del Comune di Rio Marina per una settimana a partire dal 22 giugno, e lo spettacolo di chiusura della residenza sarà il 28 giugno alle ore 21.
Per restare aggiornato sui prossimi artisti e sui luoghi degli spettacoli, seguici su Facebook.