Serena Fossanova e Marco Mariano | Bract
Seleziona una pagina

Serena Fossanova e Marco Mariano

GAR

Quanti sono: 2
Da dove vengono: Ravenna
Tipologia restituzione: Spettacolo spontaneo
Tipologia nterazione: Ricerca interiore
Data evento: 31 Luglio
Luogo evento: Camping Canapai

Partecipa all'evento

CHI SONO

L’idea nasce da un’opera di Michelangelo, il Tondo Doni: rappresentando la Sacra Famiglia in pose plastiche nuove, e colori forti, segna una rottura con le costrizioni del tempo. Da ciò svengono estrapolati da Serena e Marco due concetti: la relazione, e le sovrastrutture che gravano sull’uomo da cui occorre liberarsi. Nel corpo è custodita la mappa della nostra storia; ripercorriamola, sgretoliamo il superfuo e troviamo un movimento primordiale, incondizionato. Guidare i partecipanti a un ascolto profondo del corpo, al contatto col mondo circostante e con l’altro che non è mai davvero estraneo.

COSA FANNO

Applicando il loro spettacolo alla residenza artistica, Serena e Marco coinvolgeranno i cittadini in un processo di  liberazione dalle costrizioni o sovrastrutture con cui ciascuno si trova a dover far fronte ogni giorno. Fare un percorso di ricerca su se stessi, un viaggio introspettivo, e convertire l’universo interno di ogni essere umano in un universo interpersonale di condivisione e arricchimento.

Lavoreranno con i più piccoli sulla spontaneità come matrice delle relazioni; con i più grandi, attraverso esercizi di improvvisazione guidata, cercheranno di creare un movimento onesto e liberatorio.

RESTITUZIONE

La performance è l’attuazione di una metamorfosi di corpi sopraffatti, appesantiti, in corpi liberi, veri in tutta la loro semplicità. C’è un richiamo costante agli elementi che costituiscono la vita quali l’acqua, cornice dell’isola, l’aria e quindi il respiro; c’è poi la connessione con gli altri e con il nostro mondo interiore, sulla base di sonorità circolari a tratti ripetitive, quasi a creare un mantra. È un’esperienza in cui non c’è necessariamente una divisione tra artisti e spettatori: si è tutti in scena. Anche chi semplicemente assiste, senza agire, contribuisce con un’energia che influenza chi agisce.